Il sito laviarte.it è realizzato per essere visualizzato su una vasta tipologia di monitor desktop e dispositivi mobile, tuttavia alcune funzionalità non sono supportate da Explorer (e non lo saranno in futuro). Ti invitiamo quindi, ad installare un browser più moderno, performante e sicuro come ad esempio Google Chrome (Scarica Google Chrome) o Mozilla Firefox (Scarica Mozilla Firefox).
Grazie

  • Eng
  • Deu
  • Il bosco è il contadino più capace

    Il nostro vino è di alta qualità perché sentiamo una passione viscerale per la natura. I nostri terreni si estendono su una superficie di 41 ettari ma solo 26 sono occupati dai vigneti. Il resto è puro e semplice bosco. Sì, fin dall’avvio dell’azienda, abbiamo deciso di mantenere intatto il territorio che ci precedeva, per non alterarne gli equilibri, per rispettarne la vita, per coinvolgerlo attivamente nel nostro lavoro quotidiano. Il bosco è diventato il nostro contadino più capace e ricco d’esperienza.

    Da alcuni anni stiamo seguendo con soddisfazione un percorso nuovo di gestione del vigneto, che prevede un aumento della sostenibilità ambientale con l’affinamento delle tecniche agronomiche. Il diserbo chimico è stato completamente sostituito da interventi meccanici, favorendo la biodiversità di tutto l’ecosistema vigneto, dalla macrofauna ai microorganismi del suolo. La gestione dei parassiti e dei patogeni prevede l’applicazione rigorosa di tutti i principi dell’agricoltura integrata, con l’ulteriore esclusione di tutti i prodotti con profilo ecotossicologico sfavorevole per l’uomo e per l’ambiente e la preferenza di utilizzo di preparati biologici.

    Abbiamo introdotto pratiche conservative per la gestione e il rispetto della fertilità naturale del terreno. Pratichiamo le semine per sovesci con diversi miscugli, scelti secondo le particolari esigenze della vigna e del suolo per favorirne la biodiversità e l’equilibrio. Le splendide fioriture dei trifogli, della veccia, della senape e del pisello attirano nei vigneti sempre numerose api, indicatrici di un’alta qualità dell’ambiente. Non mancano applicazioni innovative per la gestione razionale delle concimazioni organiche: le applicazioni vengono eseguite tramite sensori a infrarossi che leggono la vigoria delle piante e permettono di impostare quantità diverse solo dove e se necessario con macchine a regolazione automatica. Vengono messe in atto accurate pratiche agronomiche, prevalentemente manuali, per permettere alla vite di raggiungere naturalmente il suo equilibrio con l’ambiente, dalla fase di potatura alla cura di ogni singolo grappolo dalla fase di formazione alla vendemmia.

    Vi è infine una severa selezione manuale delle uve per la vinificazione, separando le vendemmie di zone diverse della stessa varietà e procedendo con la raccolta scalare per cogliere sempre il massimo della qualità da ogni vigna. Nella costante ricerca dell’espressione della tipicità dei vini, continueremo a perseguire l’obiettivo dell’equilibrio tra vite e suolo anche attraverso un progressivo avvicinamento ad una gestione totalmente biologica del vigneto.

    Agronomo Dott. Davide Mosetti